News | 14 Novembre 2019 | Autore: Redazione

Mercato veicoli industriali: anche ottobre è negativo. Da luglio, il calo è continuo

Nonostante l'evidente esigenza di rinnovo del parco, il mercato è in calo continuo da luglio. Con ottobre a -8,8%, il 2019 si avvia a una chiusura negativa.

 

Dopo il balzo di giugno, il mercato dei veicoli industriali segna il quarto mese continuo di calo delle immatricolazioni.
Anche a ottobre, infatti, stando alle stime diffuse dal Centro Studi e Statistiche di UNRAE (sulla base dei dati di immatricolazione forniti dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti) il mercato dei veicoli con massa totale a terra superiore alle 3,5t si è chiuso con un andamento negativo, registrando -8,8% (1.944 unità contro 2.132) sullo stesso mese del 2018.

Ancora più marcato il calo nel comparto dei veicoli pesanti con massa totale a terra uguale o superiore a 16t, in discesa dell’11% a ottobre 2019 su ottobre 2018 (1.530 unità immatricolate contro 1.720).

Nei primi dieci mesi dell’anno la flessione è del 6% per i veicoli con massa totale a terra superiore alle 3,5t (19.802 unità verso 21.073), e del 6,7% per i pesanti, con massa totale a terra uguale o superiore alle 16t (15.894 contro 17.029).

Il commento di Fenoglio

I dati - commenta Franco Fenoglio, Presidente della Sezione Veicoli Industriali di UNRAE, l’Associazione delle case estere - si avviano a confermare definitivamente le previsioni che abbiamo avanzato negli ultimi tempi, indicando per il 2019 una chiusura in perdita del 6% almeno rispetto al 2018.

Il 26 ottobre scorso è stata avviata la decorrenza dei termine per l’inoltro delle domande di finanziamento a valere sui contributi agli investimenti per il 2019 (leggi la notizia sulla ripartizione degli incentivi) e, dalle indiscrezioni che abbiamo raccolto, dopo due giorni i fondi disponibili erano già praticamente già esauriti.

Questo dimostra ancora una volta che la necessità di rinnovo del parco è reale e chiaramente sentita dagli operatori dell’autotrasporto. Diventa quindi pressante provvedere a un sostegno strutturale degli investimenti in veicoli di ultima generazione, come più volte richiesto e sostenuto dall’UNRAE, passando finalmente dalle parole ai fatti
”.

 

Photogallery

Tags: mercato VI unrae immatricolazioni vi

Leggi anche