Articoli | 12 Novembre 2020 | Autore: Redazione

La transizione di Volvo Trucks verso alternative non fossili: dal 2021 il lancio della gamma elettrica

Dal 2021 per una flotta sarà possibile ordinare versioni completamente elettriche dei veicoli pesanti Volvo, la cui produzione in serie inizierà nel 2022. Per la casa svedese, è un altro passo in avanti verso un trasporto senza combustibili fossili (entro il 2040).

 

Dopo Nikola (leggi Iveco), Mercedes e Scania, è la volta di Volvo Trucks.
La casa svedese, che da qualche mese sta eseguendo i primi test sui veicoli pesanti elettrici Volvo FH, Volvo FM e Volvo FMX, ha annunciato che dall’anno prossimo (2021) offrirà una gamma completa di veicoli pesanti con catena cinematica elettrica a partire dall'Europa.
Utilizzati per il trasporto regionale e l'edilizia urbana, questi camion (ora in fase di test, la produzione in serie inizierà nel 2022) avranno un peso complessivo lordo fino a 44 tonnellate. A seconda della configurazione della batteria, l'autonomia potrebbe arrivare a 300 km.

Ricordiamo che la transizione (graduale) verso alternative non fossili per Volvo è iniziata con l’avvio della produzione dei modelli FL Electric e FE Electric già dallo scorso anno. Si tratta di veicoli elettrici per attività di distribuzione e raccolta rifiuti urbana, principalmente in Europa.
Nel Nord America, invece, le vendite del Volvo VNR Electric, un veicolo per il trasporto regionale, inizieranno a dicembre 2020.

"Aumentando il numero di veicoli pesanti elettrici in poco tempo, vogliamo aiutare i nostri clienti e gli acquirenti di veicoli da trasporto a raggiungere i loro ambiziosi traguardi di sostenibilità. Siamo determinati a continuare a guidare il settore verso un futuro sostenibile", ha affermato Roger Alm, presidente di Volvo Trucks.
 

Una graduale transizione verso alternative non fossili

Dopo il lancio dei Volvo FH, FM e FMX elettrici, nell'arco di questo decennio seguiranno veicoli elettrici per i trasporti a lungo raggio impegnativi, anche con carichi pesanti. Saranno veicoli alimentati a batteria e con celle a combustibile dotati di una maggiore autonomia.

Gli step della casa svedese sono chiari: iniziare la vendita di veicoli elettrici alimentati da celle a combustibile a idrogeno nella seconda metà di questo decennio, con l’obiettivo di eliminare l'uso dei combustibili fossili dall'intera gamma di prodotti entro il 2040.

"Per ridurre l'impatto dei trasporti sul clima, dobbiamo effettuare una rapida transizione dai combustibili fossili ad alternative come l'elettricità. Ma le condizioni per effettuare questo cambiamento, e di conseguenza il ritmo della transizione, variano notevolmente tra i diversi trasportatori e mercati, in base a molte variabili quali incentivi finanziari, accesso alle infrastrutture di ricarica e tipo di attività di trasporto", ha spiegato il presidente Roger Alm.

 

Nel 2021, Volvo Trucks lancerà una gamma completa di veicoli elettrici: il video.


 

Flotte: verso un trasporto “misto”

Secondo le previsioni del costruttore, la maggior parte delle aziende di trasporto opterà per un passaggio graduale al trasporto elettrico. Nella pratica, per un certo periodo della transizione molte aziende avranno una flotta mista di veicoli alimentati da vari combustibili.
"I nostri telai sono progettati per essere indipendenti dalla catena cinematica utilizzata. I clienti, quindi, potranno decidere di acquistare diversi veicoli Volvo dello stesso modello, con l'unica differenza che alcuni saranno elettrici e altri saranno alimentati a gas o a diesel. Per quanto riguarda le caratteristiche del prodotto, come l'area conducente, l'affidabilità e la sicurezza, tutti i nostri veicoli soddisferanno gli stessi standard elevati, indipendentemente dal carburante utilizzato", ha sottolineato il presidente di Volvo Trucks.

 

Photogallery

Tags: volvo trucks truck elettrici

Leggi anche