Articoli | 10 Giugno 2020 | Autore: Manuela Lai

ZF - Wabco: perchè è una perfetta unione

Dopo l’approvazione delle autorità competenti, ZF ha dato il via all'integrazione di Wabco, che opererà come divisione indipendente e sarà guidata da Fredrik Staedtler, fresco di nomina. Per il nuovo colosso di tecnologia, ZF e Wabco insieme sono il “perfect match”.
 

Annunciata a marzo del 2019, si è completata a maggio - con il via libera delle autorità di regolamentazione - l’acquisizione di Wabco da parte di ZF. Un’operazione dal valore di circa 7 miliardi di dollari, che crea di fatto uno dei più importanti fornitori a livello mondiale di sistemi integrati.

Punto di forza del nuovo colosso delle tecnologie è quello che è stato definito “the perfect match”, ovvero la combinazione perfetta delle competenze: una complementarietà di know-how che contribuirà alla costruzione di un’offerta di servizi e soluzioni “senza precedenti” per veicoli industriali e flotte.



>>> L’approvazione delle autorità competenti statunitensi è condizionata alla cessione del business steering di Sheppard

>>> ZF completa l’acquisizione di Wabco: tutte le autorità competenti hanno dato il via libera




Sono queste le parole utilizzate dal CEO di ZF Wolf-Henning Scheider, commentando il completamento dell’acquisizione: “Grazie a questa unione e alle competenze perfettamente complementari, oggi siamo in grado di offrire soluzioni e servizi senza precedenti sul mercato per produttori e flotte a livello globale.

In questo modo, stiamo contribuendo attivamente alla crescita e allo sviluppo del settore dei trasporti. Insieme, inoltre, creeremo valore aggiunto per i nostri clienti, dipendenti e azionisti. Insomma: questa acquisizione segna un'importante pietra miliare per ZF”
.


 

Un nuovo player, una nuova divisione

Cosa cambia con la fusione? Di fatto, l’acquisizione unisce due protagonisti del settore che hanno la stessa mission e che vogliono adottare una strategia che mette al centro il cliente. In particolare, con l'aggiunta di Wabco, ZF si concentrerà sull'ampliamento del proprio portafoglio di servizi per veicoli industriali e sulla gestione delle flotte.
Da oggi, inoltre, Wabco opererà come divisione indipendente, chiamata Commercial Vehicle Control Systems, diventando di fatto la decima divisione di ZF.

La nuova divisione impiegherà circa 12.000 dipendenti dislocati nelle 45 sedi mondiali e lavorerà a stretto contatto, oltre che con il team di sviluppo globale, anche con altre divisioni di ZF, nello specifico quella Commercial Vehicle Technology e Aftermarket.
A guidarla, fresco di nomina, c’è Fredrik Staedtler, che porterà la sua profonda esperienza maturata nel settore, non da ultimo proprio come capo della divisione Commercial Vehicle Technology di ZF.
 

Un nuovo specialista

Wolf-Henning Scheider l’ha definita “una gamma unica di prodotti e servizi”. Ma come cambia il portafoglio di prodotti e soluzioni di ZF con l’integrazione di Wabco?
L’offerta comprende ora componenti di trasmissione e telaio, sistemi di frenata, sterzo e in generale sistemi di assistenza alla guida avanzati e completamente integrati per gli OEM (che cercano differenziazione tecnologica per le loro nuove piattaforme di veicoli). Inoltre, ZF può offrire soluzioni digitali per la gestione delle flotte e una vasta rete globale di servizi aftermarket per veicoli industriali.

In particolare, grazie anche all’integrazione di Wabco, ora ZF è in grado di soddisfare le esigenze di un settore, quello dei veicoli industriali, che è sempre più guidato dalla digitalizzazione. Parliamo di tecnologie sviluppate per migliorare la sicurezza del traffico stradale, migliorare l'efficienza dei veicoli e ridurre le emissioni, garantendo al contempo costi operativi totali ridotti (TCO).
L'uso crescente di soluzioni digitali nella gestione della flotta offre inoltre l'opportunità di ottimizzare l'intero sistema e di controllare il flusso di merci in modo efficiente.

Non c’è che dire: è un “perfect match”.
 

Una partnership comprovata di lunga data

La partnership tra le due aziende non è nuova. ZF e Wabco, infatti, hanno già collaborato insieme, con ottimi risultati, come dimostrano questi esempi.



Evasive Maneuver Assist

Nel 2016, il dispositivo anti-collisione di Wabco Evasive Maneuver Assist è stato integrato con l’esclusiva tecnologia per lo sterzo attivo messa a punto da ZF: uno sviluppo congiunto che contribuisce a evitare pericolosi tamponamenti.


 
Air Compressor Clutch
Wabco era alla ricerca di un partner per lo sviluppo di una frizione pneumatica, e l'ha trovato in ZF. Dopo l'avvio della produzione (2008), la soluzione è diventata rapidamente un successo, tanto che attualmente molti OEM offrono il compressore con frizione pneumatica multidisco integrata per il disinserimento del compressore, sviluppata con componenti Wabco e ZF.



CALM
Acronimo di Cabin Air Levelling Module, è il nome del modulo ammortizzatore a molla pneumatica per la cabina di guida, sviluppato congiuntamente e che ha visto ZF impegnata nella fornitura dell’ammortizzatore mentre Wabco nel fornire al tubo di scarico un gruppo valvola. CALM è prodotto in serie dal 2002.




CDC (Continuous Damping Control)
Il sistema di smorzamento adattivo CDC per veicoli industriali è in produzione in serie dal 1997. Una tecnologia che non solo protegge il carico, ma contribuisce anche in modo significativo al comfort e alla sicurezza. ZF fornisce l’ammortizzatore; Wabco invece l'unità di controllo.

 

Photogallery

Tags: zf wabco

Leggi anche