News | 28 Dicembre 2020 | Autore: Redazione

PDA fa 40: anche due soci truck nei 10 nuovi ingressi del Consorzio

Insieme alla crescita numerica dei propri associati e quindi all’ampliamento della compagine consortile, PDA si rafforza dal punto di vista commerciale. Per Claudio Santin, alla guida del consorzio: “il progetto PDA nel 2021 avrà una grossa sfida da portare avanti”.

 

A partire dal 1° gennaio 2021, due nuovi soci truck e 8 soci auto entrano nel Consorzio PDA, portando così il totale delle aziende associate a 40. Un risultato di tutto rispetto, frutto anche dell’intenso lavoro sostenuto negli ultimi mesi.
Come dichiarato dalla direzione del consorzio in una recente intervista, infatti, nonostante le difficoltà generate dalla pandemia, il fatturato andrà ben oltre le più rosee aspettative… e il merito va a ognuno dei soci del consorzio e alle nuove sinergie provenienti dal fronte nazionale e internazionali, derivate dalla creazione di Groupauto Italia Holding e dall’appartenenza quindi a Groupauto International.

Grazie all’ingresso dei nuovi soci Sciarrone di Reggio Calabria e iParts di Trofarello (e nonostante la fuoriuscita di Bus & Truck di Barletta), a partire da gennaio 2021 gli associati truck salgono a 10 e sono:  

Auto e truck: la crescita del consorzio è trasversale

A conclusione di un anno molto impegnativo, il Consorzio PDA si prepara ad affrontare un 2021 con una nuova carica, derivante dalla consapevolezza di aver portato a casa risultati ragguardevoli non solo a livello commerciale, ma soprattutto dal punto di vista dell’ampliamento della compagine consortile.
Al netto dello fuoriuscite, a partire da gennaio 2021 il gruppo conterà un totale di 40 società operanti nella distribuzione ricambi auto e truck. I 10 nuovi associati sono:
  • Nuova E.C.I. Srl (Milano)
  • FI-DI Ricambi Srl (Roma)
  • Orma Srl (Dorgali, NU)
  • Raff Sas di Del Prete Michele C. (Casoria, NA)
  • Redcar Srl (Roma)
  • Svet Srl (Modugno, BA)
  • Sicilmotors Srl (Catania)
  • Commerciale Lucana Lamiere e Paraurti Srl (Senise, PZ)
  • Sciarrone SpA (Gioia Tauro, RC)
  • I-Parts Srl (Torino).

Cosa dobbiamo aspettarci per questo nuovo anno? Lo abbiamo chiesto a Claudio Santin, alla guida del consorzio PDA: “Il progetto PDA nel 2021 avrà una grossa sfida da portare avanti, perché 40 distributori sono un impegno importante. È un grosso banco di prova anche per me, perché è una ulteriore occasione di crescita, per arrivare a fine 2021 ad avere una copertura territoriale ottimale. Ma soprattutto voglio dare al gruppo una connotazione ben stabilita e fissa sulla progettualità e attuare quelle idee che coltiviamo già da qualche tempo. Uno di questi progetti – ad esempio – riguarda lo sviluppo della carrozzeria, con l’ingresso del nuovo socio Commerciale Lucana, ma ce ne sono tante altre che voglio portare avanti. Adesso aspetto solo che la squadra mi segua."

 

Photogallery

Tags: consorzio pda distribuzione ricambi vi

Leggi anche