Articoli | 04 Luglio 2017 | Autore: Manuela Lai

La filiera del veicolo industriale si dà appuntamento a Lione per il Solutrans

Innovazione e internazionalizzazione saranno al centro di Solutrans, la biennale che riunisce a Lione l’intera filiera del veicolo industriale. Con il suo direttore, Mario Fiems, abbiamo parlato di tutto quello che ci sarà di nuovo nell’edizione numero 14.
 

A pochi mesi dall’inaugurazione della 14esima edizione di Solutrans 2017, gli organizzatori sono molto soddisfatti di come il mercato – ormai in piena ripresa – ha risposto alla chiamata di quella che si preannuncia come l’edizione tutta rivolta verso il futuro e l’innovazione.
In programma dal 21 al 25 novembre 2017 a Lione, nel quartiere fieristico Eurexpo, il salone internazionale delle soluzioni per trasporto su strada e urbano potrà avvantaggiarsi del clima di fiducia e del dinamismo che pervadono il mercato, contrassegnato da una ripresa nel 2016 e da promettenti prospettive per l’anno in corso.

Gli organizzatori, e in primis il direttore del salone Mario Fiems, sono sicuri che Solutrans sarà in grado di risponderà alle attese e alle sfide dell’intera filiera. Sono i numeri a parlare: ad oggi l’80% della superficie totale è già prenotata, un dato che fa stimare la partecipazione di circa 900 espositori e 36.000 visitatori. Anche la dimensione internazionale della manifestazione è stata notevolmente rafforzata, grazie all’ampliamento della rete di promozione internazionale, con la creazione di 11 uffici ubicati in altrettanti paesi.
Per capire quali sono le principali novità introdotte per l’edizione numero 14 della rassegna e per scoprire in che direzione la manifestazione vuole evolvere, abbiamo incontrato il direttore del salone Mario Fiems, che ci ha accolti presso l’ufficio di rappresentanza in Italia, i Saloni Internazionali Francesi.

Solutrans si presenta come un evento per tutta la filiera. L’aftermarket in che misura è presente?
La nostra biennale è l’unica manifestazione in Francia che riunisce tutti gli operatori della filiera del trasporto su strada e urbano: dai costruttori di veicoli industriali, veicoli utilitari pesanti, semi-rimorchi e rimorchi, ai carrozzieri, includendo anche componentisti e aziende produttrici di pneumatici. Ad oggi, i sette produttori big di mezzi pesanti hanno confermato la loro partecipazione, così come i principali costruttori francesi ed europei di rimorchi e semirimorchi e di veicoli commerciali leggeri.
Per quanto riguarda il mercato del post-vendita, è ben rappresentato. Sul totale degli espositori si attesta intorno al 10%, mentre gli operatori in visita che appartengono a questa categoria salgono al 17%. Oltre alle aziende specialiste dell’aftermarket, espongono produttori di attrezzature per la manutenzione e la riparazione, produttori di attrezzature per l’autodiagnosi, società di informatica e servizi.

L’intero mercato sta attraversando una fase di profonda evoluzione e trasformazione. Come entrano questi trend all’interno della manifestazione?
Per rispondere alle attese e alle sfide della filiera, abbiamo individuato sei tematiche principali, che verranno affrontate durante la manifestazione. Tematiche che saranno ampiamente dibattute in occasione delle conferenze e degli eventi collaterali del salone. A partire dall’officina del futuro, con i suoi cambiamenti in atto che coinvolgono la robotica, la stampa in 3D, la simulazione, la realtà virtuale e la realtà aumentata e più in generale l’enorme potenziale offerto dall’internet delle cose (Internet of Things – IoT). Su questo tema, allo stand della FFC (la Federazione Francese della Carrozzeria) si terrà un evento dimostrativo sulle potenzialità della realtà virtuale e della stampa in 3D.
Le altre tematiche che verranno affrontate riguardano le nuove motorizzazioni e le fonti energetiche (gas, bioetanolo, idrogeno, elettrico, ibrido), i veicoli e la strada connessi, la consegna nei centri commerciali, la formazione, la cybersicurezza.

Quali saranno le altre novità in pista?
Molte, perché l’edizione di quest’anno verterà sull’innovazione. Ad esempio, per la prima volta Solutrans accoglierà “Il villaggio delle start-up”, dove giovani aziende presenteranno soluzioni innovative, che potrebbero rappresentare i futuri standard del domani. Sempre per la prima volta verranno consegnati i premi organizzati da PFA (Piattaforma della filiera automobilistica) e da LUTB sulla catena cinematica a basse emissioni “Low mission driveline” e il premio della piccola e media impresa innovativa "Research to business". Entrambi i riconoscimenti fanno parte degli “Innovation Awards”, i premi all’innovazione che Solutrans organizza per la nona volta consecutiva e la cui cerimonia di premiazione si svolgerà il 21 novembre al Lyon Métropole CCI.
Senza dimenticare, comunque, che anche quest’anno il salone ospiterà la cerimonia per la consegna dei prestigiosi premi internazionali International Truck of the Year, International Van of the Year e International Pick-up Award.

Come si colloca Solutrans all’interno del panorama internazionale?
Il nostro obiettivo è quello di diventare una fiera di riferimento nel panorama internazionale e stiamo lavorando e investendo molto in questa direzione. Con l’edizione di novembre cominciamo a raccogliere i frutti del nostro impegno, che i numeri ci confermano. Sul versante degli espositori, ad esempio, quelli internazionali rappresentano il 22% dei 900 totali, mentre la percentuale dei visitatori attesi internazionali dovrebbe posizionarsi intorno al 10% (con una crescita del 16% per il mercato europeo e del 50% per il mercato nord-africano).
Manco a dirlo, al primo posto nell’elenco dei paesi espositori e in quello dei visitatori c’è sempre l’Italia, che noi consideriamo un paese “prioritario”, visto il forte richiamo della manifestazione. Seguono, nella “classifica” degli espositori, Germania, Belgio, Gran Bretagna e Turchia.
Un’altra nazione “focus” per noi sarà la Svezia. Per quest’anno abbiamo programmato una "Giornata della Svezia", durante la quale una delegazione ufficiale svedese visiterà il salone e parteciperà a una conferenza sui veicoli autonomi, tematica molto sentita nel paese.


 

Photogallery

Tags: solutrans

Leggi anche

ARTICOLI | 03/11/2015Solutrans: Lione è pronta al via