News | 21 Luglio 2015 | Autore: Paolo Bruschi

Macchine agricole e operatrici: arriva l'obbligatorietà di revisione periodica



Con decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 20 maggio 2015 pubblicato sulla Gazzetta ufficiale (n° 149 del 30 giugno 2015), la revisione generale periodica è diventata obbligatoria anche per le macchine agricole e operatrici soggette a immatricolazione.

Le macchine agricole interessate sono individuate nell’art. 1 del decreto:
 
  • trattori agricoli così come definiti nella direttiva n. 2003/37/CE del 26 maggio 2003 e successive modificazioni ed integrazioni; 
  • macchine agricole operatrici semoventi a due o più assi; 
  • rimorchi agricoli aventi massa complessiva a pieno carico superiore a 1,5 tonnellate e con massa complessiva inferiore a 1,5 tonnellate, se le dimensioni d’ingombro superano i 4,00 metri di lunghezza e 2,00 metri di larghezza. 
Tra le macchine operatrici (art. 2):
  • macchine impiegate per la costruzione e la manutenzione di opere civili o delle infrastrutture stradali o per il ripristino del traffico;
  • macchine sgombraneve, spartineve o ausiliarie, quali spanditrici di sabbia e simili; 
  • carrelli, quali veicoli destinati alla movimentazione di cose.



Per tali mezzi è disposta la revisione generale con periodicità di cinque anni, ma l’articolo 6 del decreto stabilisce tempistiche differenti a far data dalle quali le diverse tipologie di macchine in circolazione indicate negli articoli 1 e 2 devono essere sottoposte a revisione.

L’emanazione del provvedimento costituisce un passaggio importante per i controlli di sicurezza si di un parco veicoli molto vasto.





 

Photogallery

Tags: revisioni leggi e decreti

Leggi anche