News | 11 Giugno 2019 | Autore: Redazione

Dei 25 milioni di incentivi per l’acquisto di camion e rimorchi 9,5 sono per veicoli LNG
Come negli anni passati, anche per il 2019 il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha confermato uno stanziamento di 25 milioni di euro come incentivi all’acquisto di veicoli e rimorchi nuovi.

Nell’ambito della stessa riunione, tenutasi al ministero del MIT lo scorso 16 maggio, è stato confermato anche lo stanziamento di un fondo a parte istituito ad hoc del valore di 30 milioni di euro per incentivare il rinnovo del parco veicolare per il triennio 2019-2021.

I 25 milioni di euro di incentivi pubblici da destinare all’acquisto di veicoli e rimorchi sono stati così ripartiti:
  • 9,5 milioni sono destinati all’acquisto di veicoli alimentati LNG;
  • 9,0 milioni per la rottamazione di vecchi veicoli con contestuale immatricolazione di nuovi appartenenti alla classe ecologica Euro VI;
  • 6,0 milioni per l’acquisto di rimorchi e semirimorchi per il trasporto intermodale su nave o treno;
  • 0,5 milioni per l’acquisto di casse mobili.
Ovviamente, per giungere a individuare tale ripartizione si è fatto riferimento alle precedenti esperienze di incentivi e al tiraggio espresso dalle singole misure. Quelli relativi all’acquisto di casse mobili, per esempio, erano risultate negli anni scorsi troppo cospicue alle domande reali di incentivo, al contrario di quelle legate all’acquisto di veicoli LNG ed Euro Vi risultate invece in eccedenza.

Al momento il Ministero, di concerto con le Associazioni di categoria, sta valutando la possibilità di apportare delle modifiche significative al decreto attuativo riguardante gli investimenti 2019 al fine di passare dall’attuale sistema, basato su un riparto delle risorse fino ad esaurimento delle stesse, ad una nuova modalità di accesso al contributo incentrato sul meccanismo a sportello o “contatore”.

Tale nuova modalità di accesso al contributo prevederebbe una prenotazione tramite piattaforma online da parte dell’impresa di autotrasporto che le permetterebbe di usufruire dell’intero beneficio previsto per una specifica misura. Tutto ciò a patto che l’investimento si perfezioni in un determinato periodo temporale che il Ministero sta definendo, pena la decadenza del contributo.

Photogallery

Tags: mercato VI agevolazioni e contributi alimentazione a metano ministero infrastrutture e trasporto

Leggi anche