Articoli | 19 Dicembre 2019 | Autore: Approfondimento tecnico in collaborazione con ZF Aftermarket

Regolari controlli al telaio dei truck possono evitare costose riparazioni. Ce lo spiega ZF

Durante i controlli, è bene testare sia i componenti dello sterzo e delle sospensioni sia gli ammortizzatori. Con l'aiuto dei suggerimenti degli esperti ZF, è possibile individuare i problemi prima che raggiungano condizioni critiche.

 

I componenti delle sospensioni e dello sterzo dei truck moderni sono progettati per durare molto a lungo. Tuttavia, le difficili condizioni del traffico merci possono causare usura o danni. Per questo motivo ZF Aftermarket raccomanda un'ispezione accurata dello chassis poco prima dei controlli di sicurezza semestrali e dell'ispezione generale annuale, utili per evitare riparazioni non programmate.
Sempre al fianco dell’officina con la sua offerta di soluzioni integrate e una gamma completa di prodotti, la divisione aftermarket di ZF Friedrichshafen garantisce alte prestazioni ed efficienza dei veicoli durante tutto il loro ciclo di vita, nonché un valido supporto tecnico e formativo per l’autoriparatore.
 

Quando l’occhio non basta

Ci sono molte indicazioni di danni alle sospensioni e ai componenti dello sterzo. Ma non tutti possono essere visti a occhio nudo; alcuni richiedono l'uso di strumenti di misurazione e di collaudo.
Il primo passo è pulire tutti i componenti con un panno asciutto (senza solvente) e accertarsi che i collari di tenuta non siano danneggiati.
Inoltre, gli esperti di ZF Aftermarket raccomandano di eseguire una serie di controlli per rilevare eventuali danni, in particolare:
  • controllo ai tiranti trasversali,
  • controllo agli snodi sferici,
  • controllo ai bracci a triangolo / barre di reazione,
  • perdite d'olio nelle sospensioni dello chassis o nelle sospensioni cabina,
  • deterioramento della boccola in gomma.
Vediamoli nel dettaglio uno ad uno, tenendo presente che, se l'officina controlla il truck in questo modo prima del controllo ufficiale, garantisce anche la soddisfazione del cliente. Dopo tutto, nulla è più fastidioso per un’azienda con una flotta di veicoli di una visita non programmata in officina. Questi ulteriori tempi di fermo veicolo possono portare a costi elevati a causa della perdita di fatturato e delle possibili multe.
 

Tiranti trasversali

Qualsiasi gioco nella filettatura dell’asta o nella boccola di regolazione indica l’eventualità di un danno: il tirante deve essere pertanto sostituito.
Lo stesso vale se il tubo è danneggiato o deformato. Quando si controlla il morsetto e la vite di serraggio, è bene assicurarsi che la vite sia diritta e che la testa e il dado siano saldamente alloggiati sul morsetto.
Eventuali residui di corrosione su vite, dado o morsetto non devono essere più profondi di 0,5 mm. Se uno di questi criteri non è soddisfatto, il tirante deve essere sostituito.

Snodi sferici

Di questi componenti il tecnico dovrebbe prima di tutto controllare che il soffietto di tenuta non presenti fori o crepe. Se acqua e sporco sono penetrati nel soffietto difettoso, si può usurare maggiormente e guastarsi.
Gli anelli di bloccaggio devono essere integri e sigillare correttamente l'anello di tenuta contro l'alloggiamento e/o il bullone. Una leggera fuoriuscita di grasso all'apertura del manicotto è consentita se i soffietti di tenuta vengono accuratamente compressi a mano per controllare la tenuta. Tuttavia, se il grasso fuoriesce da fori o crepe, il giunto deve essere sostituito.
Il corpo, l'albero e il cappuccio terminale del giunto sferico non devono presentare segni di corrosione più profondi di 1,0 mm. Particolare attenzione deve essere prestata ai bordi flangiati e alle pareti del cappuccio terminale.
Esistono in due diversi design: i giunti a sfera Lemförder con copertura con cavità sono caricati a molla. Possono avere un gioco assiale di 2,0 mm, misurato sul perno sferico. Se il gioco è maggiore, il giunto deve essere sostituito. Per misurare il gioco assiale, il tecnico dell’officina può utilizzare un comparatore montato su un treppiede con una base magnetica.
Tuttavia, i giunti sferici Lemförder nel nuovo design (copertura curva) non sono precaricati con una molla, ma con un anello “molecolare”. Se durante il test viene rilevato manualmente un minimo gioco assiale, lo snodo sferico deve essere sostituito.

Bracci a triangolo/ barre di reazione

Il primo passo è fare un'ispezione visiva del giunto con anello “molecolare” eventualmente seguita da un'ispezione manuale.
Il tecnico sposta manualmente il montante dell'assale o il manubrio quando installato. La boccola centrale scorrevole del braccio a triangolo può danneggiarsi se il tappo perde. L’infiltrazione di acqua, sale e/o sporco provoca un'usura accelerata delle boccole e quindi al guasto.
Per questo se ci sono evidenti difetti, è necessaria la sostituzione del componente.

Perdite d'olio nelle sospensioni dello chassis o nelle sospensioni cabina

Tracce significative di olio sulle sospensioni possono essere ricondotte all'usura della tenuta dello stelo del pistone, che potrebbe essere stata causata da una lunga vita operativa o da un uso intenso. Una perdita di forza di smorzamento comporta una riduzione della stabilità di guida e dell'aderenza degli pneumatici, motivo per cui l'ammortizzatore deve essere sostituito.

Le officine possono trovare facilmente l'ammortizzatore giusto tramite il catalogo online Sachs sul sito  o tramite l'app ZF Part Finder.

Un altro aspetto importante è la corretta regolazione dei sistemi di bilanciamento del carico (se applicabile). Il tecnico dell'officina deve ispezionare il soffietto e controllare che le linee dell'aria non presentino perdite.

Deterioramento della boccola in gomma

Una maggiore usura della boccola in gomma dell'ammortizzatore può essere causata da errori di assemblaggio o da condizioni di lavoro estreme.
Una boccola usurata può provocare un rumore sibilante o rimbombante. L'ammortizzatore dovrebbe quindi essere sostituito.

 

Photogallery

Tags: chassis zf controlli d'officina ammortizzatori vi sospensioni per vi

Leggi anche