Articoli | 10 Aprile 2018 | Autore: In collaborazione con Nissens Italia

Norme Euro 6: l’effetto sulla performance del motore secondo Nissens

Progettate e fabbricate per l’aftermarket, le soluzioni Nissens sono accuratamente testate in conformità con i requisiti OE. Vediamo come il sistema di produzione di questa azienda specializzata in componenti per climatizzazione e raffreddamento motore risponde agli standard della normativa Euro 6.

 

Lo standard Euro 6 è la sesta incarnazione della direttiva dell’Unione Europea per la riduzione delle emissioni pericolose degli scarichi dei veicoli. Per gli autocarri è stato introdotto nel gennaio 2013, con lo scopo principale di ridurre i livelli di emissioni pericolose. Queste includono l’ossido di azoto (NOx), il monossido di carbonio (CO), gli idrocarburi (THC e NMHC, ovvero quelli totali e non metanici), con particolare attenzione al particolato (PM), che è sostanzialmente fuliggine derivante dai diesel. L’effetto positivo della riduzione di questi inquinanti può anche portare a un miglioramento del risparmio di carburante e minori emissioni di CO2.
Per gli autocarri, le restrizioni relative alle emissioni NOx sono state intensificate dai 2 g/kWh per gli Euro 5 a 0,2 g/kWh per gli Euro 6.

La risposta dei costruttori

Per far fronte all’inasprirsi della regolamentazione sulle emissioni, la maggior parte dei costruttori di autocarri ha introdotto il ricircolo dei gas esausti (EGR), la riduzione selettiva catalitica (SCR), così come l’iniezione di carburante ad alta pressione, che è diventata uno standard con l’introduzione dell’Euro 5.
L’utilizzo di questi sistemi è stato bilanciato e migliorato ancor più, poiché i costruttori devono conseguire una riduzione di impatto ambientale, dovuta all’Euro 6, oltre a rispondere alla richiesta di maggior efficienza del carburante.

Conseguenza per il motore e la carica del sistema di raffreddamento

L’introduzione degli standard Euro 6 richiede un incremento della performance di raffreddamento del motore. In alcuni casi, l’incremento supera il 25% rispetto ai motori che rispettano gli standard Euro 5. In aggiunta, c’è anche una maggior resistenza operativa, poiché sia le temperature sia i cicli di pressione aumentano di intensità e frequenza.
Anche il caricamento del sistema di raffreddamento richiede un miglioramento, poiché la pressione di carica e la temperatura all’uscita del turbo aumentano.

Come Nissens risponde agli standard Euro 6

  • Massima durabilità e performance termica: le masse equipaggiate con lamelle a doppia piegatura rinforzano le lamelle stesse contro danni meccanici, incrementando al tempo stesso la superficie totale di scambio di calore.
     
  • Resistenza termica: rinforzo dei serbatoi di plastica con vetroresina (PA66-GF30) e produzione senza plastica riciclata.
     
  • Montaggio perfetto: finiture perfette in ogni dettaglio come per i serbatoi acqua, le connessioni, i fili, le cinghie, le guarnizioni, i supporti di montaggio, ecc.; ciò consente un’installazione veloce e senza problemi.
     
  • Massima qualità dei materiali e tecnologie moderne: la costruzione del radiatore ha una massa robusta, durevole e altamente performante, grazie all’avanzata tecnologia di brasatura in alluminio (brasatura ad atmosfera controllata - CAB).
    I materiali utilizzati sono “top-quality”, a partire dall’alluminio dei radiatori autocarro, proveniente solo da fornitori europei.
     
  • Migliorata resistenza agli stress della pressione: speciale progettazione del profilo metallico installato fra il telaio di montaggio e la massa del radiatore, per assicurare una migliorata durabilità nella costruzione del radiatore.
     
  • Resistenza all’espansione termica: speciale progettazione dei pannelli laterali, con tagli per diminuire l’influenza dell’espansione termica nella costruzione della massa.
     
  • Miglior progettazione dei bulloni del telaio: i bulloni Nissens assicurano una maggior flessibilità nella costruzione del radiatore quando esposto a effetti dell’espansione termica. Sono forniti anche per alcuni modelli di radiatore senza telaio.

La riparazione è servita

Nissens vanta una gamma prodotti molto competitiva, composta da oltre 2.750 modelli che coprono oltre 11.500 voci OE e quasi tutta la gamma di veicoli europei. L’aggiornamento è continuo, perché ogni anno l’azienda amplia la propria offerta con 100 nuovi codici.
Per soddisfare il requisito “first Fit”, i tecnici Nissens assicurano la perfetta finitura e il perfetto montaggio del prodotto, garantendo un’installazione rapida e senza difficoltà. Inoltre, ogni volta che è necessario, nella confezione vengono incluse parti di installazione supplementari.
 

Photogallery

Tags: nissens raffredamento motore Euro 6

Leggi anche