Articoli | 19 Ottobre 2018 | Autore: Manuela Lai

MTruck: da 0 a 100 in un anno. Sono le officine del network di Maurelli Group

Con 28 filiali, di cui una a Malta e una in Polonia, e una logistica molto intraprendente, Maurelli accelera anche sul fronte dei servizi, grazie al rapido sviluppo del network strutturato di officine.
 

Dopo appena due anni di analisi e sviluppo, il progetto MTruck – partito ufficialmente a inizio 2018 – è ormai a pieno regime, dando così forma concreta a quella che fino a qualche anno fa era solo una visione nella mente del suo ideatore, Giacomo Maurelli, amministratore unico di Maurelli Group, tra i protagonisti del mercato truck. 

Oggi MTruck è un network strutturato dedicato al mondo dei mezzi pesanti, che conta oltre 100 officine opportunamente selezionate e dislocate su tutto il territorio nazionale, pronte a intervenire tempestivamente h24 per 365 giorni all’anno su qualsiasi tipo di truck o veicolo industriale.
La sua mission è quindi duplice: garantire una copertura territoriale di soccorso su strada per veicoli commerciali e industriali e allo stesso tempo erogare servizi e prodotti con l'obiettivo di una crescita sinergica con le imprese aderenti al network.
Partito dall’analisi di geomarketing sui flussi del parco circolante italiano, il progetto ha preso consistenza nel 2016 con la selezione delle officine, oggi riconoscibili dal vessillo blu di Maurelli, e l’anno dopo con la creazione del portale MTruck e del call center dedicato. 
L’avvio del servizio di assistenza è iniziato quest’anno e ha dato subito ottimi risultati, merito soprattutto dell’elevato standard qualitativo delle officine coinvolte.

MTruck e filiali: una sinergia di successo

Sono tanti i vantaggi che il network può offrire agli autoriparatori: poter contare su un riferimento consolidato sul territorio nazionale; la garanzia sui pagamenti; il controllo in ogni fase del soccorso; corsi e servizi dedicati ai trasportatori. 
Ma l’indiscutibile valore aggiunto del progetto MTruck sono le filiali Maurelli, che permettono alle officine aderenti di contare sulla disponibilità dei propri magazzini h24, 365 giorni all’anno, assicurando e garantendo in questo modo l’efficienza e la rapidità della riparazione. Si tratta solo di alcune delle prerogative dell’ambizioso progetto, che punta a creare una rete sempre più fitta di officine.

Le officine in primo piano

Per festeggiare l’inaugurazione ufficiale del progetto, lo scorso giugno le officine del nord Italia si sono date appuntamento presso la sede Interservice di Trento, per il primo meeting Mtruck.
In tale occasione, è stato proprio il presidente Giacomo Maurelli a rendere chiari ed evidenti i benefici che MTruck sarà in grado di generare per tutta la sua rete.

Forte del successo di questa prima convention, la dirigenza di Maurelli Group ha già anticipato che si è trattato solo del primo di una lunga serie di eventi dedicati al progetto.
Nel mese di novembre, infatti, si replicherà per le imprese del centro/sud Italia, e questa volta la protagonista del meeting sarà la sede logistica di Maurelli Distribuzione.


Strategie di crescita

MTruck va ad inserirsi in un disegno più ampio legato agli importanti progetti che il gruppo sta realizzando allo scopo di consolidare ulteriormente la sua posizione di mercato.
L’anno in corso per Maurelli è infatti un anno di importanti programmi di sviluppo.
Tra i tanti, ricordiamo quello nato in virtù della collaborazione con ALIS (Associazione Logistica dell’Intermodalità Sostenibile), l’associazione di categoria nata nel 2016, che riunisce tutti gli operatori del mondo dei trasporti e che si pone l’obiettivo fondamentale di migliorare la competitività dell’Italia sia su nuovi mercati sia nei confronti di concorrenti internazionali. All’interno di questa collaborazione, Maurelli inaugurerà a breve numerosi shop point nei principali porti italiani, che andranno ad aggiungersi alle 28 filiali (di cui una a Malta e una in Polonia), in costante aumento.

Altrettanto costante, inoltre, è l’impegno profuso nell’arricchimento delle categorie di ricambi a marchio GAM Technic, il private label del Gruppo Maurelli. Basti considerare che dal 2015, anno della nascita del marchio, ad oggi, sono oltre 20 le linee di prodotto presentate al mercato. L’ultimo inserimento in gamma è la linea relativa al Chimico, per la cura dei veicoli e delle superfici da lavoro.
Tanto business, quindi, ma l’investimento più importante di Maurelli è quello fatto quest’anno, con la decisione di appoggiare la fondazione Telethon per la cura delle malattie genetiche rare, stanziando, a sostegno della causa, parte dei profitti derivanti proprio dalla vendita del suo brand.
 

Photogallery

Tags: maurelli distribuzione distribuzione ricambi vi network autoriparazione truck

Leggi anche