News | 15 Febbraio 2018 | Autore: Redazione

Mercato veicoli industriali: parte bene il 2018. Corrono i modelli a trazione alternativa

I dati di Anfia confermano l’apertura del 2018 positiva per il mercato degli autocarri (+17,7%), dei rimorchi e semirimorchi pesanti (+16,3%) e degli autobus (+33,1%). Crescono le immatricolazioni dei modelli a metano e a gas naturale liquefatto (GNL).

 

Anfia pubblica i dati delle nuove immatricolazioni di veicoli industriali (autocarri e autobus) e di veicoli trainati relativi al mese di gennaio, che confermano quanto già anticipato dalle stime elaborate da Unrae sulla base dei dati forniti dal ministero dei Trasporti.
A gennaio 2018, sono stati rilasciati 2.598 libretti di circolazione di nuovi autocarri (+17,7% rispetto a gennaio 2017) e 1.457 libretti di circolazione di nuovi rimorchi e semirimorchi pesanti, ovvero con ptt superiore a 3.500 kg (+16,3%), suddivisi in 138 rimorchi (+8,7%) e 1.319 semirimorchi (+17,1%).

Quel che evidenzia Anfia, è il significativo incremento delle immatricolazioni di autocarri a metano e a gas naturale liquefatto (GNL), un trend in crescita per tutto il 2017. L’anno, infatti, si è chiuso con 503 nuovi libretti di circolazione rilasciati, pari al 131% in più rispetto ai volumi del 2016.
Si tratta di un dato che evidenzia la centralità del gas naturale come trazione alternativa nel trasporto pesante; un comparto, quello del metano, in cui l’89% del mercato del nuovo è di marca Iveco. Iveco, infatti, guida il mercato in questo segmento, con oltre 22.000 truck prodotti negli ultimi 20 anni.
A inizio 2018, il trend prosegue con la messa su strada di altri 50 veicoli a metano, di cui 48 a marchio Iveco.

Anfia tiene a sottolineare come il GNL risulti la miglior soluzione sostenibile applicabile nel breve termine per il trasporto merci a lunga distanza. “Per l’ulteriore diffusione di questa tecnologia – a vantaggio della competitività dell’industria e dei servizi di logistica applicati al trasporto su gomma con veicoli pesanti nel nostro Paese – è fondamentale, tuttavia, proseguire nell’incentivazione all’acquisto da parte delle aziende di autotrasporto e, soprattutto, nell’azione di capillare diffusione delle infrastrutture di rifornimento sull’intero territorio nazionale”, si legge nel comunicato stampa dell’associazione.

Ricordiamo, a questo proposito, che lo scorso 9 febbraio è stato inaugurato a Brembate (BG) un nuovo distributore di carburante metano liquido per veicoli pesanti. Qualche giorno prima, invece, il Sud Italia ha festeggiato l’inaugurazione della prima stazione di rifornimento LNG del Sud Italia. L’impianto, in grado di erogare sia metano liquido sia in forma gassosa, è situato a Mesagne (BR) e ha una collocazione strategica per le rotte dei trasporti nazionali e internazionali su gomma e per i veicoli in collegamento con la Grecia.
Con queste nuove aperture, la rete distributiva in Italia comprende, oggi, 15 impianti di distribuzione GNL e 10 serbatoi di GNL a servizio di impianti di distribuzione CNG per autotrazione.

 

Photogallery

Tags: alimentazioni alternative per veicoli commerciali anfia immatricolazioni vi

Leggi anche