News | 08 Febbraio 2018 | Autore: Redazione

Veicoli Industriali: un mercato altalenante. A gennaio +24,4%

I dati Unrae confermano la “stagionalità” del mercato, che a gennaio ripete le performance del primo mese del 2017. Infatti, nonostante il primo semestre dello scorso anno registrò una buona performance, il trend si attenuò mese dopo mese e la crescita a fine 2017 fu debole.

 

Quello dei veicoli industriali è un mercato stagionale? Sembrerebbe di sì, visto le performance degli ultimi 12 mesi, che mettono in luce un mercato fortemente legato alle disponibilità delle aziende di trasporto.
Esattamente come nel gennaio 2017, anche nel primo mese del 2018 le immatricolazioni di veicoli industriali con massa totale a terra superiore alle 3,5 t, registrano un buon 24,4% (rispetto allo stesso mese del 2017), con 2.425 unità immatricolate (contro le 1.949).

A indicarlo sono le stime elaborate dal Centro Studi e Statistiche di Unrae sulla base dei dati forniti dal ministero dei Trasporti. Secondo queste stime, preformano ancora meglio i veicoli pesanti con massa totale a terra uguale o superiore alle 16 t, che fanno registrare +30,9% rispetto al gennaio 2017 (2.100 veicoli immatricolati contro 1.604).

Il dato che leggiamo per questo gennaio - ha commentato Franco Fenoglio, presidente della sezione veicoli industriali di UNRAE -  ripete quello del gennaio 2017, quando si registrò un +28% sul gennaio dell’anno precedente. Ciò nonostante, l’anno scorso si è chiuso con un debole +2,1% (a dati consolidati aggiornati), con una serie di esiti altalenanti, che nel corso dell’anno sono andati progressivamente scendendo fino a valori negativi”.
Questo dimostra ancora una volta la “stagionalità” del mercato, legato fortemente alla disponibilità di risorse destinate agli investimenti da parte delle aziende di autotrasporto e sottolinea la necessità che per il 2018 siano resi effettivamente disponibili fin dal prossimo aprile i fondi previsti, nella quantità indicata, senza vuoti temporali nell’erogazione e senza distrazione di somme più o meno importanti verso altre destinazioni che non siano gli investimenti”.

 

Photogallery

Tags: mercato VI unrae immatricolazioni vi

Leggi anche