News | 19 Dicembre 2017 | Autore: Redazione

Solutrans 2017: cronaca di un successo annunciato

Ci era stata presentata come la rassegna incentrata su innovazione e internazionalizzazione, e così è stato. Anzi, i numeri sono andati oltre le previsioni fatte mesi prima dagli organizzatori, che hanno già dato le date per la prossima edizione: appuntamento al 2019, dal 19 al 23 novembre.
 

Si è svolta a Lione dal 21 al 25 novembre scorso la migliore edizione di sempre di Solutrans, la rassegna biennale dedicata alle soluzioni di trasporto su strada e urbano. I dati conclusivi resi noti dagli organizzatori parlano di incrementi di performance su tutti i fronti, risultato di un intenso lavoro di marketing e promozione internazionale messo in atto nell’ultimo biennio da parte di Comexposium, del direttore del salone Mario Fiems e di tutto il suo staff, come lo stesso Fiems ci aveva anticipato nel corso di un'intervista di qualche mese fa.
Partiamo con il dato dei visitatori, record storico con 48.240 visite, corrispondente a un aumento del 34% rispetto all'edizione del 2015. Similare l’incremento delle aziende espositrici e dei marchi rappresentati, che sono stati 610, ossia il 30% in più rispetto alla scorsa edizione. In particolare, il 45% erano nuovi espositori e il 24% espositori internazionali provenienti da 18 paesi. Un dato che, forte di un buon 11% di visitatori stranieri provenienti da 30 paesi, rafforza il posizionamento internazionale della manifestazione, in particolare sui mercati europei e nord-africani.

Di proprietà della Federazione Francese della Carrozzeria (FFC), Solutrans con questa edizione si guadagna il ruolo di salone di riferimento francese e internazionale, che raggruppa tutti gli operatori della filiera del trasporto urbano e su strada: non solo costruttori di veicoli industriali, commerciali, semi-rimorchi e rimorchi, ma anche componentisti, carrozzieri e pneumatici.
A sancire il successo della manifestazione ha contribuito sicuramente il positivo clima d’affari che ha caratterizzato i 5 giorni della rassegna. In un contesto di ripresa economica, gli operatori del mondo del trasporto che si sono dati appuntamento a Lione hanno palesato intenzioni reali d’investimento. In un comunicato conclusivo, gli organizzatori fanno sapere che “gli espositori hanno riscontrato un clima d’affari molto positivo e hanno registrato numerosi ordini, per una cifra d’affari stimata a oltre 200 milioni di euro”.

Innovazione al centro

A dimostrazione del dinamismo della filiera, Solutrans 2017 è stata capace di valorizzare l’innovazione a tutti i livelli e in particolare in materia di trasporti puliti e di futuri veicoli autonomi. Gli espositori nei loro stand hanno presentato oltre 150 novità, che si sono accompagnate a numerose anteprime mondiali svelate in occasione del salone. In questo clima di innovazione, ampio spazio è stato dato anche alle startup: raggruppate in tre “villaggi”, aziende giovani e talentuose per la prima volta hanno presentato le loro soluzioni innovative, futuri standard di domani. Positiva anche l’iniziativa denominata "Lo Stabilimento del futuro", che con le sue dimostrazioni di realtà virtuale e di stampa in 3D, ha ottenuto un reale successo presso visitatori ed espositori.

I premi all’innovazione

Come riconoscimento della capacità d’innovazione delle aziende espositrici, case costruttrici comprese, durante la rassegna sono stati assegnati numerosi premi, a partire dal prestigioso International Truck of the Year 2018 assegnato alle nuove gamme DAF XF/CF. Per quanto riguarda invece le categorie Van e Pick-Up, i rispettivi Award sono andati al modello Daily Blue Power a marchio Iveco e al Volkswagen Amarok V6.
Renault Trucks, invece, ha invece ricevuto il premio della catena cinematica a bassa emissione “Low Emission Driveline”, assegnato al suo veicolo di laboratorio dedicato al settore della distribuzione, l’Urban Lab 2. Sviluppato in collaborazione con sei importanti partner (tra cui Valeo, Lambaret, Michelin), Urban Lab 2 riunisce numerose tecnologie innovative legate all’aerodinamica, all’ibridazione del motore, agli pneumatici e alla connettività, che hanno lo scopo di ridurre i consumi di carburante del 13%.
 

Photogallery

Tags: solutrans

Leggi anche

ARTICOLI | 03/11/2015Solutrans: Lione è pronta al via