News | 09 Aprile 2019 | Autore: Redazione

Tutta la sostenibilità di Scania nel nuovo motore a metano alimentato da rifiuti
Scania compie un ulteriore passo in avanti verso la sostenibilità, presentando un nuovo propulsore a metano alimentato da rifiuti organici.
La fiera MEE di Dubai (Middle East Electricity, 5-7 marzo 2019) è stata la location scelta per questa anteprima, che propone una ulteriore soluzione a quel numero crescente di clienti in tutto il mondo interessati a motori alimentati da energie rinnovabili.
Rispetto alla versione precedente a gas, lo Scania OC16, il nuovo propulsore V8 16.0 litri è alimentato a biogas, un carburante rinnovabile, completamente naturale, sostenibile che viene ottenuto tramite i rifiuti organici.

La produzione di questo carburante, il più sostenibile e più efficiente sotto il profilo dei costi, si ottiene da un mix di gas prodotto dalla decomposizione di sostanze organiche, trasformate in liquami, fanghi di depurazione e residui alimentari.

Grazie a una riduzione fino al 90% delle emissioni di CO2, una migliore qualità dell'aria con meno emissioni di particolato e costi operativi inferiori rispetto alla quantità equivalente di diesel, gli aspetti di sostenibilità del biogas sono importanti e ragguardevoli.
Trattandosi di biogas, questo nuovo motore risulterà particolarmente interessante in quegli ambiti industriali che hanno già a disposizione rifiuti urbani o agricoli, dai quali potranno generare l’energia di cui hanno bisogno in modo autonomo e a costi limitati.

Il motore Scania V8 16-litri alimentato a biogas verrà impiegato per la produzione di energia. La potenza per uso in continuo è di 320 kW mentre la potenza prime power è di 360 kW, il motore può essere utilizzato a 1.500 o a 1.800 giri/min in base al mercato di destinazione.
 

Photogallery

Tags: sostenibilità scania alimentazione a metano biogas

Leggi anche