News | 24 Ottobre 2018 | Autore: Redazione

Techno Bus alla fiera IBE di Rimini: il clima di fiducia fa ben sperare
Il gruppo Doria Holding, con le sue due società Techno Bus e Tecnoidro, ha scelto la fiera IBE (International Bus Expo), per presentare i suoi servizi di manutenzione e riparazione di autobus. Dal 24 al 26 ottobre si è infatti tenuto l’unico evento marketplace in Italia del settore autobus, che ha messo in vetrina le aziende protagoniste del trasporto pubblico e privato su gomma.

Il gruppo Doria non poteva mancare all’appuntamento di questa biennale, che si è svolta quest’anno in un clima più positivo e ottimista, complice la tanto attesa ripresa dell’intero comparto, confermata anche per l’anno in corso e una nuova politica di finanziamenti da parte del Governo.

A Rimini l’azienda catanzarese, da 30 anni attiva nel settore automotive aftermarket a livello sia locale sia nazionale, si è presentata con tutti i suoi prodotti e servizi e soprattutto con il proprio core business: la rigenerazione di parti di ricambio idrauliche, elettriche e di gruppi completi.

Tra le prime realtà ad aver individuato e perseguito con successo il trend della rigenerazione per auto, veicoli industriali, veicoli commerciali e truck, il gruppo Doria ha accresciuto le proprie competenze, parallelamente alle evoluzioni del mercato. Infatti, se fino a 20 anni fa erano sufficienti produttività e puntualità per il successo di un’azienda di questo tipo, oggi più che mai il settore dei motori richiede competenze all’avanguardia che non devono essere trascurate: dalla customer care alla sostenibilità ambientale, fino alle nuove tecnologie, occorre fare tutto con il massimo livello di efficacia e di capacità competitiva.


L’intuizione del fondatore, Nicola Doria, di sviluppare un ramo d’azienda interamente dedicato alla rigenerazione di ricambi si è rivelata vincente sia per un fattore di eco-compatibilità sia da un punto di vista economico: meno sprechi di materie prime e di energie per rispettare l’ambiente, più risparmio economico per far quadrare i conti, pubblici ma anche privati.
Una soluzione innovativa, questa, anche sull’ampio raggio dell’economia nazionale, visto che nello specifico il settore degli autobus si colloca in un contesto di forte ripresa e di attenzione da parte delle istituzioni. 

L’Italia viene, infatti, da una fase di bassa rotazione dei mezzi utilizzati per il trasporto pubblico locale e da un tasso di ricambio molto lento, con le conseguenze di incendi, esplosioni o banali guasti che negli ultimi periodi si sono palesati sempre di più sulle strade.


Una nuova politica di finanziamenti, però, promette di ridare lustro al settore, tanto che il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti stima che nei prossimi 18 mesi entreranno in circolazione 5.000-6.000 nuovi autobus e che fino al 2030 si prospetta un’entrata in servizio di 2.000 nuovi autobus all’anno.
Un’impennata di consumi, quindi, a cui si deve andare incontro nell’ottica dello sviluppo, del progresso, ma anche del rispetto dell’ambiente e dei consumi. È stato proprio questo il leitmotiv di International Bus Expo, ed è questo il fine che il gruppo Doria Holding continua a perseguire. 
 

Photogallery

Tags: technobus international bus expo

Leggi anche