Articoli | 24 Ottobre 2019 | Autore: in collaborazione con febi bilstein

La corretta gestione termica migliora l’efficienza del motore: i consigli di febi Truck

In questo articolo curato da febi bilstein approfondiamo il ruolo della gestione termica e i componenti coinvolti in questo complesso sistema. Se di alta qualità, questi componenti possono prevenire danni sul lungo termine, allungare la durata del motore e ridurre il consumo di carburante e le emissioni.

 

Per funzionare in modo ottimale, il motore endotermico deve lavorare in un determinato intervallo di temperatura. In particolare, il calore generato dal processo di combustione deve essere dissipato in modo efficiente, per evitare che i componenti meccanici si surriscaldino e vengano danneggiati.
La gestione termica svolge il compito essenziale di assicurare il funzionamento del motore in tutte le condizioni operative e meteorologiche, impedendo, da un lato, il surriscaldamento e, dall’altro, assicurando che il motore raggiunga rapidamente la temperatura di esercizio necessaria e facendo in modo che durante la combustione nel vano motore vengano generati meno inquinanti possibili.


Visti gli elevati requisiti di sicurezza, comfort ed economicità, nei veicoli industriali moderni anche il sistema di raffreddamento si avvale delle tecnologie di controllo elettronico, che permettono una regolazione delle temperature “su misura”, in base alle effettive necessità di ogni momento, garantendo il perfetto ed efficiente funzionamento del motore.
Nei motori con raffreddamento a liquido viene utilizzata una miscela di acqua e antigelo.

Spinto dalla pompa, questo liquido circola in un circuito chiuso di tubi e raggiunge il radiatore, dove disperde il calore accumulato e ricomincia il ciclo verso il blocco motore. Affinché il raffreddamento avvenga correttamente, e sia garantita la necessaria protezione dal gelo e dalla corrosione a tutto il sistema e al motore, bisogna sempre prestare la massima attenzione al rapporto di miscelazione e controllare eventuali guasti o perdite nei componenti del circuito di raffreddamento, per esempio in corrispondenza del radiatore, del termostato o dei tubi flessibili.

Utilizzare componenti di alta qualità per la gestione termica del motore può prevenire danni sul lungo termine, oltre che creare le condizioni per allungare la durata del motore e per ridurre il consumo di carburante e le emissioni.

febi Truck: qualità di primo impianto in aftermarket

Con una vasta gamma dedicata alla regolazione ottimale del circuito di raffreddamento, febi Truck fornisce oggi una delle più ampie coperture di componenti aftermarket per la gestione termica del motore: dalle pompe acqua ai termostati, dalle vaschette a espansione alle frizioni della ventola, dai radiatori fino ai tubi flessibili e ai tappi a tenuta.

Per garantire a questi ricambi lunga durata, precisione assoluta nel montaggio e rispetto di tutti i requisiti dei prodotti OE, febi adotta i più alti e rigorosi livelli di produzione e controllo qualità, attraverso l’impiego di macchinari completamente automatizzati, di tecnologia digitale per la misurazione e di test che garantiscono il 100% di tenuta, oltre alla rigorosa aderenza alle tolleranze.

Nel cuore del sistema di raffreddamento: la pompa acqua

Sui veicoli industriali moderni alla pompa acqua vengono richieste altissime prestazioni, per assicurare la circolazione ottimale del refrigerante e il perfetto funzionamento del motore sul lungo periodo.
Ecco perché Ferdinand Bilstein punta sul proprio know-how di produttore per questo importante gruppo di prodotti: sulle moderne macchine CNC dello stabilimento di produzione vicino alla sede centrale di Ennepetal vengono prodotte ogni anno circa 21.000 pompe acqua.

L’affidabilità e qualità del prodotto febi si basa soprattutto, in fase di progetto e realizzazione, sull’attenzione minuziosa agli accoppiamenti dimensionali tra i componenti, in particolare cuscinetti, guarnizioni, tenute meccaniche e alberino. Inoltre, prima della consegna finale, tutti i componenti del sistema di raffreddamento vengono sottoposti a numerosi controlli di qualità, come il test in autoclave sottovuoto per prevenire qualsiasi perdita e il test di sovraccarico a lunga durata.

Nel cuore del sistema di raffreddamento: la frizione della ventola

La gestione elettronica è sempre più parte integrante dei moderni sistemi di gestione termica anche per quanto riguarda la frizione della ventola, che rappresenta il cuore della ventola del radiatore.

Non solo ospita la ventola, ma trasmette anche la forza dal motore alla ventola stessa, secondo l’effettiva necessità. Se il motore è freddo, alla ventola viene trasmessa una forza minore; se il motore è caldo, l'aria viene aspirata attraverso il radiatore a piena potenza.

Nelle frizioni della ventola non controllate elettronicamente, il meccanismo interno è costituito da due dischi separati da un liquido (olio siliconico): un disco è azionato dal motore, l'altro è collegato alla ventola.
Quando occorre raffreddare, una molla bimetallica assicura che il liquido tra i dischi trasmetta la forza di rotazione da uno all'altro facendoli aderire.

In termini di design, il funzionamento della frizione elettromagnetica è simile, ma la molla bimetallica, che consente una regolazione approssimativa, è sostituita dal controllo preciso della centralina motore.
Questo metodo di regolazione, preciso e commisurato al fabbisogno effettivo, consente di risparmiare carburante e di ridurre l'impatto ambientale.

 

febi per il termico

La gamma febi per la gestione termica dei veicoli industriali è in continua evoluzione e comprende articoli adattabili per i veicoli delle più importanti marche: Daf, Evobus, Iveco, Man, Mercedes-Benz, Neoplan, Renault-RVI, Scania e Volvo ed è consultabile sul catalogo elettronico del gruppo partsfinder.



 

Photogallery

Tags: febi bilstein pompe acqua truck febi Truck Division raffredamento motore

Leggi anche