Articoli | 21 Maggio 2019 | Autore: testo a cura dell'azienda

Pompe acqua febi Truck: evoluzione di una gamma

21.000 pompe acqua a marchio febi escono ogni anno dallo stabilimento di Ennepetal. La loro rigorosa progettazione e le lavorazioni di altissima precisione garantiscono la massima efficienza del sistema di raffreddamento.
Scopriamo le caratteristiche del componente cuore di questo sistema: la pompa acqua.


 

La gestione termica affidabile è un fattore sempre più cruciale per l’efficienza dei motori dei moderni veicoli industriali.
Per funzionare in modo ottimale, un motore a combustione interna deve lavorare in un determinato intervallo di temperatura, in tutte le condizioni operative e meteorologiche.
Il processo di combustione, infatti, genera calore che deve essere dissipato in modo efficace, per evitare che danneggi i componenti del motore. Inoltre il circuito deve assicurare che il motore raggiunga rapidamente la temperatura di esercizio necessaria, in modo che nel vano motore vengano generati meno inquinanti possibili.

Nel cuore del sistema di raffreddamento, la pompa acqua svolge indiscutibilmente un compito fondamentale, perché dalle sue prestazioni dipende la circolazione ottimale del liquido refrigerante e il mantenimento costante della temperatura. Il refrigerante assorbe il calore dai componenti caldi, quali il blocco motore o la testata del cilindro e viene pompato verso il radiatore. Qui il calore viene rimosso dal liquido di raffreddamento e trasferito all'ambiente esterno dal flusso d'aria generato dalla ventola.

Una produzione interna di qualità…

È proprio nel programma di pompe acqua per veicoli industriali che si esprimono al massimo livello le caratteristiche di rigorosità e precisione che contraddistinguono la produzione interna di Ferdinand Bilstein, l’azienda tedesca che, sotto l’egida bilstein group e con i propri marchi di prodotto febi, SWAG e Blue Print, fornisce all’aftermarket indipendente un’ampia gamma di ricambi equivalenti all’OE. 


Grazie a questa consolidata competenza, il marchio febi Truck vanta alti standard qualitativi nella produzione di pezzi di ricambio per veicoli industriali. L’impiego di macchine completamente automatizzate, la tecnologia di misurazione digitale e i test di tenuta, oltre alla stretta aderenza alle tolleranze, garantiscono la perfetta corrispondenza di questi componenti ai loro omologhi originali. 

… per una gamma affidabile

La gamma febi di pompe acqua è in continua evoluzione e comprende oggi 193 articoli adattabili per i veicoli delle più importanti marche: Daf, Evobus, Iveco, Man, Mercedes-Benz, Neoplan, Renault-RVI, Scania e Volvo.
Circa 21.000 pompe acqua commerciali vengono prodotte ogni anno sulle macchine CNC dell’unità operativa bilstein group Engineering, situata vicino al quartier generale di Ennepetal, dove vengono svolte le attività di progettazione, produzione e controllo qualità per tutto il gruppo.

L’affidabilità e la qualità delle pompe acque febi si basano soprattutto, in fase di progetto e realizzazione, sull’attenzione minuziosa agli accoppiamenti dimensionali tra i componenti, in particolare cuscinetti, guarnizioni, tenute meccaniche e alberino.
Inoltre, prima della consegna finale, tutti i componenti del sistema di raffreddamento vengono sottoposti a numerosi controlli di qualità, come il test di sovraccarico a lunga durata e il test in autoclave sottovuoto, per prevenire qualsiasi perdita.

In questo modo, il marchio febi Truck garantisce l’osservanza dei più stretti requisiti di precisione e sicurezza di montaggio e di qualità dei materiali impiegati, dai materiali fusi agli anelli di tenuta. Per questi ultimi, ad esempio, vengono utilizzati prodotti KACO, fornitore di primo impianto, atti a garantire la migliore tenuta e la più lunga operatività.

Il giunto che fa la differenza

Il risultato più recente della ricerca e sviluppo dell’unità riguarda la realizzazione di pompe acqua per veicoli di ultima generazione (Euro 5/6), attraverso l’impiego della tecnologia brevettata del giunto viscoso elettromagnetico.
La tecnologia dell’accoppiamento elettromagnetico permette una connessione e disconnessione della ventola girante “su-misura”, a seconda della reale necessità di circolazione dell’acqua che il motore in un dato istante richiede. A differenza delle pompe acqua tradizionali, la cui girante è accoppiata sempre e meccanicamente, l’input di connessione e disconnessione è invece qui parametrato direttamente dalla centralina del motore.
La capacità di raffreddamento risulta così ottimizzata secondo la reale necessità e con il risparmio di energia necessaria a muovere una girante in presa continua, si ottiene una riduzione del consumo di carburante, e parallelamente di CO2, compresa tra lo 0,5 e l’1,5%. 
Come ci tengono a sottolineare dalla Germania, febi è stata la prima a offrire questo tipo di pompe acqua a comando elettronico all’aftermarket indipendente.

Il processo di ingegneria inversa


Con l’obiettivo di fornire componenti di qualità OE, uno dei procedimenti impiegati da bilstein group Engineering è quello noto come ingegneria inversa. Viene utilizzato come modello un ricambio OE, che serve come parametro di qualità a cui conformare i pezzi prodotti internamente.

Nella prima fase, uno scanner laser ad alte prestazioni misura l'intero modello. Questo dispositivo funziona in un intervallo di tolleranza compreso tra 0,05 e 0,08 mm, una precisione che permette di registrare anche i più piccoli dettagli. L'articolo viene scannerizzato completamente in meno di tre ore. I dati vengono elaborati con un programma CAD e trasformati in un disegno tecnico.

Nella fase successiva, sulla base del disegno tecnico viene prodotto un piccolo lotto iniziale di poche centinaia di pezzi semilavorati. Prima di qualsiasi ulteriore lavorazione meccanica, gli spazi vengono sottoposti a controlli a campione. Lo scanner 3D viene nuovamente utilizzato in queste ispezioni, questa volta per generare un'immagine a falso colore del componente esaminato, che consente di rilevare direttamente le discrepanze rispetto dal modello OE.


Una volta superato il controllo di qualità, i semilavorati possono essere sottoposti alle successive lavorazioni meccaniche (fresatura, foratura, molatura, ecc.).
L’intero procedimento mette compiutamente a frutto l’esperienza pluridecennale nella lavorazione dei metalli, coniugata con l’impiego dei più moderni macchinari moderni: il risultato sono pezzi che soddisfano perfettamente gli stessi criteri del prodotto OE, in termini di qualità e affidabilità di installazione.




 

Photogallery

Tags: pompe acqua truck Ferdinand Bilstein Italia febi Truck Division

Leggi anche